Difficoltà:  E (escursionistico)

Segnavia: bande orizzontali bianco e rosso

Dislivello complessivo: 916 m percorso lungo

Tempi: 4.45 h percorso lungo 

Località di partenza: Prou’ Rene’ (Campomorone , GE)

Località di arrivo: Prou’ Rene’ (Campomorone , GE)

Mappa del percorso:

Descrizione del percorso:

L’itinerario, ben segnalato, inizia dal parcheggio in località Prou’ Rene’. Dai pannelli in legno dal parcheggio, prendete la strada a sinistra e seguitala per un breve tratto, poi entrate nel bosco rado a destra e procedete seguendo le indicazioni dei segnavia. Superate le zone umide e i diversi ruscelli (ben attrezzati con dei ponticelli). Durante il tragitto incontrerete diversi tabelloni con indicazioni su flora, fauna e peculiarità del luogo. Tra quest’ultime sono da segnalare la presenza di antiche neviere (costruzioni adibite alla raccolta della neve). 

Superate il bivio con il sentiero di raccordo per il “Gioco di Paravanico”, e arrivate nei pressi di una roccia, chiamata Pietra del Grano. Da qua il sentiero sale lievemente, e permette di avere una prima panoramica dell’ambiente circostante con una vista del ramo sud occidentale del lago Lungo. Il tracciato continua lungo la sponda e scende gradualmente: si guadano due fiumi e si arriva alla sponda opposta, dove si continua costeggiando il lago. Il sentiero poi continua verso l’interno, salendo in quota per poi riscendere. Questo è un punto leggermente critico, con un breve passaggio attrezzato con un corrimano metallico per facilitare la discesa: ma non vi preoccupate, con un po di attenzione sono riuscita a passare anche con il mio cane “temerario”… Scendendo si continua sulla sponda del lago Lungo. Questo è il punto più basso del percorso. Dopo alcuni minuti di cammino incontrate un ponte in cemento: qui si può scegliere se continuare a seguire i segnavia, oppure accorciare il percorso risalendo la strada carrabile. Noi, per mancanza di tempo, abbiamo scelto la seconda opzione. Nonostante tutto il tragitto offre dei punti panoramici davvero notevoli. Dopo un po’ di cammino, si ritrova il sentiero “originale”, e dopo vari sali scendi si raggiunge nuovamente il parcheggio.

Link utili:

http://www.gulliver.it/itinerario/48665/

Camminata sul lago del Gorzente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *