Come trascorrere un piacevole week end all’isola d’Elba? Io ho deciso di dedicarmi alla scoperta dell’isola, come molti dico, l’isola d’Elba così piccola, ma allo stesso tempo grande per tutte le cose da vedere e le attività che propone.
Ho approfittato di uno stage di apnea, al quale alcuni miei amici hanno partecipato, per unirmi a loro. Come già accennato visto tutte le cose da fare mi sono organizzata una “tabella delle cose da fare”. Il week end che vi propongo è composto da trekking, visita alla miniera e relax. Qua sotto vi riporto una mappa con indicati i luoghi che ho visitato.

La traversata da Piombino  a Portoferraio dura un’oretta, ed è ben collegata, praticamente ogni mezz’ora parte un traghetto che ti porta a destinazione. Ci sono diverse compagnie di navigazione quindi vi consiglio di consultare uno dei tanti siti di comparazione per trovare l’offerta più adatta alle vostre esigenze.

La nostra traversata è stata un po’ “ondosa”, molto divertente ed emozionante vedere come la pancia del traghetto sbattesse sull’acqua ma, tranquilli, siamo giunti a destinazione.

20160519_190322

Poiché il campeggio dove eravamo diretti non dista molto da Portoferraio, abbiamo deciso di fermarci a mangiare qualcosa in zona. Dopo aver consultato Trip Advisor abbiamo scelto di cenare al ristorante da Gianni, dove il nostro palato e la nostra pancia sono stati ampiamente appagati.

Venerdì mattina, dopo una ricca e sostanziosa colazione, ho lasciato i miei “compagnucci” alle loro attività di apnea e mi sono recata presso il Monte Capanne. L’ intenzione era di salire in cima seguendo il sentiero che parte dalla cabinovia e, invece, ho fatto tutt’altro. Con la macchina ho sbagliato strada e ho preso le indicazioni per il monte Perrone (la strada si imbocca dalla frazione di Poggio, Marciana, o da Campo nell’Elba), ma è stato uno sbaglio davvero azzeccato.

Per raggiungere la cima del Monte Capanne si segue il sentiero n°5, la via delle farfalle. Ci vuole circa 1 h e mezza, ed è incredibile: regala una vista mozzafiato! Per maggiori dettagli leggete questo post Trekking al Monte Capanne.

Sabato mattina, invece, l’ho dedicato all’esplorazione del capo Enfola… Caspita quanto è bello!!! C’è un sentiero che si addentra nella pineta, sale fino alla cima e poi scende fino quasi al mare dalla parte opposta. Lungo il tragitto si trovano anche vecchi edifici “militari”, come case matte e addirittura un tunnel scavato nella roccia utilizzato come servizio per una postazione di tiro. Fantastico!! Seguendo le indicazioni per “la nave” si arriva ad un isolotto che ricorda, appunto, una nave. Per maggiori dettagli guardate il post A capo Enfola in esplorazione.

20160521_104452

Il sabato pomeriggio, invece, sono volata nei pressi di Capoliveri dove avevo appuntamento alle 14.30 per un gita guidata alla scoperta della miniera di Calamita. La guida ci ha portato a conoscere le profondità della terra: siamo entrati dentro alla miniera che raggiunge una profondità di quasi – 50 metri sotto il livello del mare, noi ci siamo fermati a quota – 6. La guida ci ha illustrato e narrato come è nata la cava, come si è modificata nel tempo e soprattutto ci ha fatto conoscere il duro lavoro dei minatori. Per maggiori dettagli consultate il sito, vi consiglio di chiamare e vedere quali escursioni sono aperte ed attive. Vale la pena dedicare una mezza giornata per conoscere quest’area dell’isola e visitare il museo.

20160521_142404_Richtone(HDR)

20160521_145242_Richtone(HDR)

Domenica è stata dedicata alla preparazione dei bagagli e, specialmente, al relax: pennichella sull’amaca al mattino e un pò di mare al pomeriggio. Mi hanno consigliato di andare a vedere la spiaggia di Sansone, proprio lì vicino al campeggio. Vi posso dire che ne è valsa veramente la pena…una piccola Caraibi italiana. Si raggiunge solo a piedi, e per questo non c’era moltissima gente. Mi sono proprio goduta la spiaggia bianca, il sole, la tranquillità e il silenzio. Ho fatto anche il mio primo bagno, che per me è davvero il top, visto che per me l’acqua è fredda anche ad Agosto.

Vi lascio con queste foto … per un tuffo ad occhi aperti!! E alcuni consigli in fondo pagina.

20160522_155021

20160522_161314

Per dormire

Vi sono numerosi alberghi, b&b e campeggi. Noi abbiamo soggiornato in un bungalow al camping Enfola. Il campeggio è molto bello ed è situato in questo posto strepitoso: la baia dell’Enfola. Sito di riferimento camping Enfola. Chiaramente, se volete visitare zone diverse dell’isola, è più comodo cercarne uno in una posizione piu centrale..

PS: dal porto di Rio Marina partono le escursioni in battello per visitare l’isola di Pianosa, che dicono essere molto bella…io me la sono segnata per il prossimo viaggio.

Buon isola d’Elba a tutti!!!

Un week end all’Isola d’Elba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *